La lenticchia di Castelluccio di Norcia

STRAORDINARI
coop della lenticchia di castelluccio
per un piatto di lenticchie
La lenticchia di Castelluccio di Norcia

La lenticchia di Castelluccio di Norcia è un legume IGP dalle caratteristiche uniche, uno dei prodotti di punta della nostra gastronomia, molto ricercato da enoteche, ristoranti e negozi specializzati. Coltivato biologicamente, le sue dimensioni sono molto ridotte, la buccia molto sottile si mantiene integra in cottura, il sapore è inconfondibile. La semina avviene in primavera, al primo disgelo. I terreni, poveri di sostanze organiche, sono particolarmente adatti alla coltivazione di questo prodotto. Tra fine maggio e l'inizio di luglio si assiste allo spettacolo della fioritura dell'intero altopiano, che si trasforma in un mosaico cromatico e si celebra ogni anno con la festa della fiorita, la terza e l'ultima domenica di giugno. La raccolta a fine luglio/metà agosto. Fino ad allora la lenticchia, per crescere felice, ha bisogno di pioggia. Esiste un'antica tradizione, tuttora rispettata, che consiste nel recarsi in pellegrinaggio alla chiesa di Santa Scolastica perché la santa faccia piovere. Un tempo la raccolta avveniva interamente a mano. Oggi si utilizzano quasi sempre falciatrici meccaniche, ma si deve ancora intervenire manualmente lungo i pendii più impervi. Ancora oggi è un momento grande impegno per i contadini del luogo. Dopo questa operazione i fasci di lenticchie vengono lasciati distesi sul campo a seccare. È una fase molto delicata: basta una pioggia abbondante per compromettere il raccolto.
La Cooperativa della Lenticchia di Castelluccio di Norcia raggruppa 13 aziende e da anni tutela il consumatore, garantendo tecniche di coltivazione tradizionali che non si avvalgono dell’ausilio di concimi chimici e diserbanti