azienda agricola carlo hauner

genuino, complesso, terribilmente buono

Carlo Hauner, bresciano di origine boema, arriva per la prima volta alle isole Eolie nel 1963 e, innamoratosi di quelle terre, negli anni ’70 finisce per trasferirsi a Salina. Lì arriva il secondo colpo di fulmine; la Malvasia, un’uva antica (si hanno testimonianze della sua presenza sul territorio già dal I sec a.C.), dolce e profumata che i contadini eoliani raccolgono a metà settembre, quando è giunta a perfetta maturazione, e che per due settimane lasciano asciugare al sole, affinando una tecnica rimasta quasi invariata nei secoli. Il risultato è quello che Dumas padre definiva come il vino più eccezionale che avesse assaggiato nella sua vita. Dopo un’attenta osservazione della tradizione vinicola locale, integrata con lo studio di testi antichi e moderni, Hauner riesce a recuperare una ventina di ettari di terreno e li trasforma in vigneto. Lì, sui terrazzamenti recuperati dalla tradizione agricola locale, inizia a produrre la sua Malvasia, con alcune innovazioni: lascia che l’uva appassisca direttamente sulla vite e sperimenta una tecnica di raffreddamento durante la fermentazione. Piccoli accorgimenti che fanno sì che i suoi vini finiscano sulle tavole dei migliori ristoranti di tutto il mondo. Negli anni ’80 nascono una nuova cantina e nuovi vini, il Salina Bianco, il Salina Rosso e l’Antonello. Dopo la scomparsa di Carlo Hauner, l’azienda viene rilevata dal figlio (nella foto), che ne porta avanti il nome e la filosofia: produrre un vino genuino e complesso, ma, soprattutto, terribilmente buono.

INDIRIZZO E CONTATTI

Via Umberto I - Località Lingua
98050 S. Maria Salina
Isole Eolie (ME)
tel +39 090 98 43 141
fax +39 090 92 22 665
www.hauner.it
info@hauner.it